25 settembre 2019: scopri perché il tuo ufficio è già virtual (e non lo sapevi)

Capita spesso che parole di uso comune non siano così ben comprese come ci si aspetterebbe. È il caso del termine "virtuale", che dà il nome alla nostra nuova iniziativa. Mercoledì 25 settembre prenderà il via Virtual Office, l'evento gratuito dedicato al top della Digital Transformation realizzato con partner quali Microsoft, Dropbox, Wildix e Zucchetti.

Perché il tuo ufficio è già virtual(e)

Cosa significa virtuale? Se nel senso comune il termine porta spesso le connotazioni di dimensione alternativa al mondo reale, il vero senso del termine è tutt'altro e va recuperato per comprenderne bene il significato. Pierre Lévy spiega che il seme è virtualmente un albero, vale a dire che nel seme ci sono già tutti gli elementi e tutti i "progetti" per far sì che diventi un albero. L'albero è già nel seme ma solo in potenza, è necessario che si verifichino le condizioni affinché questo "albero virtuale" diventi reale, o come puntualizza Lévy stesso: attuale. In parole povere l'albero esisteva già, era già reale nel seme ma non era stato attualizzato; allora ciò che è virtuale non è un'alternativa al reale ma virtuale e attuale sono due differenti modi di essere del reale stesso.
Se la questione può sembrar difficile, possiamo schematizzarla con la celebre frase di Lavoisier: "Nulla si crea, tutto si trasforma". Come applicare tutto questo al lavoro? Semplice, e anche logico: la Digital Transformation non crea, offre soluzioni innovative e performanti ai bisogni e a tutte quelle che sono le possibilità in nuce . Ogni luogo di lavoro, ogni azienda, ogni ufficio, è già "virtual" proprio perché ci sono esigenze quali l'archiviazione o la comunicazione, la gestione di dati o l'elaborazione di documenti che aspettano solo gli strumenti giusti per poter diventare processi migliori e più efficienti.

Il programma di Virtual Office

A partire dalle 14:30, nello scenario della Sala Bianchi di Palazzo Carovana (Scuola Normale Superiore di Pisa), si alterneranno sul palco dei relatori Rino Mura(Dropbox), Samuele Vagli (Microsoft 365), Denis Nicolussi (Wildix) ed Emanuele Briganti (PC System). Con loro scoprirai come rendere attuale ciò che virtualmente è già presente nel modo in cui lavori ma che al momento non crea un valore aggiunto per la tua azienda. Dall'Unified Communication al coworking in real time sui documenti, dall'archiviazione in Cloud al superamento delle necessità infrastrutturali per l'erogazione dei gestionali, dalla totale compatibilità multidevice delle soluzioni di archiviazione alla ricerca avanzata su dati ed elaborazioni, Virtual Office ti farà scoprire il futuro del tuo ufficio: sempre meno "fisico" e sempre più efficiente.

Il lavoro non è più quello di una volta, entra nel tuo Virtual Office. Ti aspettiamo a Pisa il 25 settembre.

share