L’ufficio come non lo avete mai visto prima…

Mobile, cloud, smart working. Parole molto utilizzate, soprattutto negli ultimi anni, parole che possiamo riassumere nella definizione di "Digital Transformation", parole alla base delle trasformazioni che ogni persona vive nell'ambito del proprio lavoro. Ma… cosa sta cambiando? Mentre prima gli orari e i confini fisici degli uffici erano prestabiliti, adesso, tramite smartphone o altri device, è possibile lavorare accedendo ai dati da qualunque posto e in qualunque momento. A quanti è capitato di leggere le mail aziendali seduti comodamente sul divano o in palestra alla fine di una seduta di allenamento?

Tutto questo non sarebbe possibile senza l’utilizzo dell’Intelligenza Artificiale o di servizi come cloud computing, Bot, risponditori automatici e sistemi di comunicazione integrata; per non parlare di quello strumento sempre più in voga che si chiama smart working.

Un ufficio sempre a portata di mano

La tecnologia permette di sviluppare nuovi modi di lavorare ma contribuisce anche, in maniera determinante, a generare nuovi schemi mentali. Le aziende dovranno pensare a modi innovativi per coinvolgere, valorizzare e valutare i collaboratori; nonché per essere vicine ai propri clienti. Essere al passo con i tempi presuppone, oggi, l'avvio di un profondo cambiamento organizzativo e culturale, con il superamento definitivo dei modelli tradizionali.

Secondo quanto riportato da un accurato studio di IDC, entro il 2022 "i mobile worker cresceranno con un tasso composto medio annuo del +3,6%, passando da 103 milioni di individui nel 2017 a 123 milioni". In Italia (paese in cui lo smart working viaggia al di sotto della media UE), nel 2022 i lavoratori a distanza differita saranno comunque 10 milioni. Restituire alle persone una maggior flessibilità e autonomia di scelta negli spazi, negli orari di lavoro e negli strumenti da utilizzare significa infatti creare organizzazioni più dinamiche, delegando e responsabilizzando maggiormente chi lavora, in favore di risultati e spinta innovativa. È necessario dire addio alle canoniche 9-18 e iniziare a pensare in modo più libero e proattivo!

Grandi risorse… grandi responsabilità

Collaborazione, comunicazione, nuove strategie di problem solving, orientamento agli obiettivi, queste alcune delle caratteristiche che verranno prese in considerazione dagli HR Manager nella selezione del personale. Sarà necessario focalizzare il lavoro nella ricerca di quelle soft skills essenziali per alti livelli di produttività e maggiore autonomia.

Se anche tu percepisci il vento del cambiamento e sei interessato a rivoluzionare il tuo modo di lavorare, non esitare: partecipa a Virtual Office il 25 settembre a Pisa presso la Scuola Normale Superiore di Pisa, in Piazza dei Cavalieri.

La partecipazione è gratuita ma i posti sono davvero pochi. Iscriviti subito!

share