La tecnologia cresce a ritmi esponenziali. L'IT delle aziende spesso avanza in maniera logaritmica. I mercati però seguono la tecnologia...

Stiamo accelerando verso la conquista della singolarità, quella condizione in cui la tecnologia sarà così veloce e intelligente da superare immaginazione, comprensione e capacità umane.

 

Una crescita che esplode con furia inattesa

Raymond Kurzweil sostiene: "Il tasso di cambiamento della nostra tecnologia sta accelerando e le sue capacità stanno crescendo a un tasso esponenziale. La crescita esponenziale è ingannevole. Comincia quasi impercettibilmente per poi esplodere con furia inattesa" e poi specifica: "Inattesa, se non se ne segue la traiettoria".
Sempre più spesso, a fronte della vorticosa crescita della tecnologia, il tasso di innovazione delle aziende segue andamenti logaritmici, arrivando a segnare un coefficiente di inadeguatezza così significativo da mettere a rischio integrità ed efficienza dei dati e competitività del business.

I ritorni acceleranti

Il tasso di crescita a cui fa riferimento Kurzweil è legato al concetto dei "ritorni acceleranti", teoria che illustra il modo in cui ogni progresso rende possibili non uno ma "n" step di progresso, moltiplicando invenzioni e scoperte con una dinamica pressoché virale.
Nel campo dell'Information Technology lo scenario descritto appare simile, con una moltiplicazione di progressi sempre più frenetica e a ritmo incessante. Ci sono innovazioni che aprono prospettive sino a un attimo prima impensabili, rivoluzionando il mondo, le competenze e il lavoro degli IT Manager in maniera sostanziale, ne è un esempio l'introduzione della blockchain.

La difficoltà di seguire la crescita tecnologica

Costi, allestimenti, protocolli, abitudini, prassi di lavoro, sono solo alcuni dei motivi che rallentano l'adeguamento tecnologico per le aziende. Si tratta di elementi concreti, pesanti e determinanti, sui quali non è sempre agevole intervenire. Può accadere allora che, mentre il resto del mondo va avanti, le policy infrastrutturali, di sicurezza e di tecnologia aziendali, segnano il passo. Se una buona progettazione iniziale può rendere un sistema solido anche col passare del tempo - seppur non garantendo sicurezza assoluta e performance - non è la stessa cosa sotto il profilo della competitività: chi non si adegua subisce lo scarto dei competitor che abbracciano il cambiamento, chi non si aggiorna paga il prezzo di vedere la propria immagine deteriorarsi agli occhi di una clientela sempre più circondata da player che scelgono di stare sulla cresta dell'onda sotto il profilo dei servizi a base tecnologica.

Il ruolo strategico dell'Information Technology

Oggi più che mai, è necessario far sì che aspetti economici, organizzativi e operativi, restino al passo coi tempi rimanendo in una prospettiva sostenibile che possa diventare asset strategico per la competitività.

È proprio per questo motivo che è nata Cloudia, l'IT Academy per gli specialisti di Information Technology in cerca di soluzioni che permettano di oltrepassare limiti strutturali, obsolescenza del software e del parco macchine. È possibile progettare e allestire reti, storage e sistemi di elaborazione in modo che siano garantite sicurezza, efficienza, performance, stabilità e aggiornamenti; ogni anno Cloudia IT Academy permette agli IT Manager di aggiornare visione e competenze specifiche per garantire alle proprie aziende un servizio informatico all'altezza delle necessità del mercato, nel rispetto della sostenibilità economica.

Cloudia IT Academy 2019

Martedì 29 ottobre 2019 presenteremo il top su Dati, DataCenter e Cybersecurity offrendo la possibilità di toccare con mano le nuove prospettive disegnate da partner d'eccezione quali Dell EMC, Auvik, Haruspex, Reevo, Darktrace, PaloAltoNetwork, Margas, Achab. Per offrire una formazione al massimo della qualità abbiamo coinvolto relatori d'eccezione, in grado di coniugare profonda conoscenza degli strumenti, consapevolezza delle dinamiche di mercato, significativa esperienza d'aula.

Il problema della singolarità per gli IT Manager

Può esistere la singolarità? Al momento non è una questione all'ordine del giorno. Sappiamo che le innovazioni tecnologiche hanno una curva esponenziale che si esaurisce raggiungendo il massimo in termini di performance, costi e guadagni. Poi accade che nuovi sviluppi attivino nuove curve di ascesa esponenziale. In questo andamento, che visto da lontano è puramente esponenziale e visto da vicino è a "scalini", la tecnologia in dotazione alle aziende si stabilizza a seconda dei tassi di sviluppo economico e dimensione, generando un gap potenzialmente rischioso. Sapere oggi se sia davvero possibile raggiungere la singolarità non è determinante, le priorità sono altre; è però necessario cogliere lo scenario del futuro, un futuro che arriverà "con furia inattesa" e che non possiamo permetterci di incontrare senza la giusta preparazione ("senza seguirne la traiettoria", per dirla con Kurzweil). Cloudia IT Academy è rispondere a questi bisogni, è mettere a disposizione dei professionisti che sono consapevoli del ruolo strategico dei servizi IT e che hanno ben presente la necessità di gestire in maniera non logaritmica la tecnologia in azienda, la più alta "cultura IT" esistente. Sì, perché uno degli aspetti più delicati dell'Information Technology, la sicurezza, è parte di un sistema globale che comprende gli strumenti ma anche i comportamenti umani e che possiamo chiamare "Data Security Ecology". Di questo e di altri temi parleremo nella Sala Azzurra di Palazzo Carovana, cuore della Scuola Normale Superiore, che ospita Cloudia 2019.

Ti aspettiamo a Pisa il 29 ottobre

Se anche tu sei un IT Manager con lo sguardo che si divide fra i sistemi aziendali, il mondo e i nuovi orizzonti, ti aspettiamo a Pisa martedì 29 ottobre.
Assieme a noi troverai Fabrizio Baiardi (Haruspex - UniPi), Alessio Urban (Achab - Auvik), Simone Biglia e Fabio Montano (Reevo), Cesare Burei (Margas), Giacomo Busoni (Computer Gross - NetApp), Marco Casazza (Palo Alto Networks), Nicola Norcia (Dell EMC) e Jacopo Zumerle (DarkTrace).
Assieme potremo gettare le basi affinché sia possibile governare lo sviluppo della tua azienda attraverso la tecnologia, senza permettere alla tecnologia stessa di prendere il sopravvento determinando la direzione in cui deve muoversi il tuo lavoro. Non è lontano il momento in cui dovrai misurarti con nanotecnologia, biologia sintetica e artificial sentience; fatti trovare pronto!

Iscriviti adesso e partecipa gratuitamente a Clodia IT Academy 2019.

share